Il Primo Chakra o Chakra della Radice | Emanuela Giulietti
Il massaggio olistico
giugno 21, 2018

Il Primo Chakra o Chakra della Radice

 

Come in una pianta le radici assicurano la stabilità e la sopravvivenza della pianta stessa, così il Primo Chakra o Chakra della Radice rappresenta le fondamenta di tutto il sistema dei chakra. Posto alla base della colonna vertebrale, esso ospita, infatti, l’energia della kundalini che, attraverso il suo percorso ascensionale, deve giungere al settimo e ultimo chakra. Solo quando la base è forte l’energia può salire attraverso gli altri chakra e consentire alla persona di elevarsi ai più alti livelli spirituali.

 

Il suonome – in sanscrito Muladhara– significa letteralmente “sostegno della base”. Il Primo Chakra, conosciuto anche come Chakra della Radice, si trova alla base della spina dorsale e rappresenta il sostegno di tutto il corpo, il radicamento, l’istinto di sopravvivenza e il bisogno di sicurezza. Ad esso sono associate sia l’abbondanza materiale che la forza interiore perché solo quando la sopravvivenza materiale è garantita e vissuta serenamente nei suoi aspetti fondamentali (salute fisica, alimentazione, lavoro, riposo) la persona può dedicarsi a coltivare le relazioni e la propria crescita intellettuale e spirituale.

Il suolo e il radicamento

Così come il settimo chakra ci collega al divino e al mondo spirituale, il Primo Chakra ci collega al suolo e al nostro piano materiale: associato all’elemento terra e, più in generale, a tutto ciò che è solido e stabile, è rappresentato da un quadrato inscritto in un cerchio, circondato da quattro petali di loto rossi. Il rosso è, infatti, il colore con la frequenza più bassa, il colore della terra e il Primo Chakra è, di fatto, il centro energetico con una vibrazione molto vicina a quella materiale. Ma il rosso è anche il colore della passione, della forza vitale e della sopravvivenza: è nel Primo Chakra che si generano l’istinto di sopravvivenza, l’impulso sessuale e, più in generale, tutti i nostri bisogni primari come la necessità di cibo, di avere un riparo sicuro e di relazionarsi con gli altri. Al centro del quadrato, anch’esso associato all’elemento terra, si trovano un triangolo, il mantra LAM e l’elefante, simbolo di stabilità, benessere e forza interiore. Una simbologia che, nella sua geometria e nei suoi dettagli, rappresenta il contatto diretto con la nostra Madre, la Terra e che racchiude in sé tutta l’essenza della manifestazione universale, l’unione dei quattro elementi materiali.

L’importanza del Chakra della Radice per la salute e la crescita interiore

Quando il Chakra della Radice è in equilibrio godiamo di uno stato di salute fisica ottimale e il nostro atteggiamento nei confronti della vita è caratterizzato da coraggio, fiducia ed entusiasmo. Il Primo Chakra corrisponde, infatti, alle ghiandole surrenali e controlla anche la pressione sanguigna, le funzioni dell’intestino, le gambe e tutte le parti solide del corpo (ossa, unghie, denti). Il suo equilibrio, quindi, da un punto di vista fisico, garantisce regolarità intestinale e renale e il processo di guarigione mentre, da un punto di vista emotivo, ci fa sentire sicuri e stabili nell’affrontare le situazioni e i cambiamenti. All’opposto un Primo Chakra che non sia in equilibrio comporta insicurezza e scarsa fiducia in se stessi e, quindi, a un atteggiamento scoraggiato e rassegnato nei confronti della vita – nel caso in cui sia bloccato – o un eccessivo attaccamento ai beni materiali, rigidità e ostilità ai cambiamenti nel caso in cui sia iperattivo.

Ogni qualvolta siamo chiamati ad affrontare un cambiamento che coinvolga il nostro senso di stabilità e sicurezza, ad esempio un trasloco, un cambio di professione o una separazione dobbiamo, quindi, dedicare particolare attenzione al nostro Primo Chakra per mantenerlo in equilibrio e in armonia.

Come Riequilibrare il Chakra della Radice

Riportare il Primo Chakra in equilibrio è un passo fondamentale da compiere non solo per ritrovare il nostro stato di salute ma, anche, per tornare a sentirsi parte dell’Universo e contribuire così alla nostra crescita interiore.

Il risveglio del Chakra della Radice ci consente, infatti, di vivere pienamente il presente e progettare il futuro con fiducia e chiarezza perché ci sentiamo protetti e al sicuro: la spontaneità, l’entusiasmo e la saggezza diventeranno le qualità che guideranno le nostre scelte e che prenderanno il posto dell’impulsività e del timore di fronte alle decisioni, alle circostanze e ai cambiamenti.

Per riportare il Chakra della Radice in equilibrio occorre, innanzitutto, ritrovare la connessione con la Terra, per cui il modo più immediato è quello di favorire il contatto con la Natura stando all’aperto, passeggiando, correndo, meditando, praticando yoga o, semplicemente, osservando il mondo e la sua bellezza lasciando spazio allo stupore e alla meraviglia e sentendosi parte di quel meraviglioso Tutto che è il Creato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

EMANUELA GIULIETTI - Invocazioni Angeliche.

Invoca gli Arcangeli per ritrovare la pace del cuore.

Disponibile in formato Kindle o copertina flessibile.
ACQUISTA SU AMAZON
close-link
//]]>